corona panizia senza lattosio

Le torte rustiche senza lattosio


treccia senza lattosio

La pizza è un premio culinario che ci concediamo solo ogni tanto, perché in effetti ci fa sentire gonfi. La piadina romagnola spesso contiene latte nell’impasto, o comunque lo strutto, che non è l’ingrediente più leggero da digerire. La mia soluzione per godermi comunque dei gustosi piatti salati? Le torte rustiche senza lattosio!

Vi propongo due torte dalla forma decisamente particolare, cha fanno una scena da maestro soprattutto se le cucinate per degli ospiti. Ma prima di essere bellissime, queste due ricette senza lattosio sono estremamente semplici e piene di gusto, anche grazie alla cottura perfetta che permettono le loro forme così insolite.

Nel mio caso ho usato due impasti pronti della Buitoni, (tutti i miei prodotti senza lattosio preferiti qui) perché sono senza grassi animali (quindi senza lattosio), sono pratiche e molto molto gustose. Ma se siete più intraprendenti e avete più tempo libero potete preparare l’impasto in casa, che è sicuramente più genuino!

La corona panizia senza lattosio

Per questa ghirlanda farcita ho usato l’impasto per focaccia Buitoni, che si trova solo in forma circolare. Ho cosparso il mio piano di lavoro con una manciata di farina per lavorare meglio e ho tagliato l’impasto in sei spicchi. Successivamente ho spostato ogni spicchio in modo che la punta fosse rivolta all’esterno e la base fosse leggermente sovrapposta a quelle degli altri spicchi. SI è formata una stella senza lattosio!

torta rustica senza lattosio

Per la mia ricetta ho scelto un classico napoletano che mi fa impazzire: salsiccia e friarielli!

Ho cotto in una padella antiaderente una salsiccia fino a farla diventare croccante, per poi aggiungere due uova sbattute senza né sale, né pepe, né formaggio grattugiato, perché il ripieno è già molto saporito. Infine ho aggiunto 250 g di friarielli, appena soffritti e leggermente piccanti. I friarielli sono i fiori delle cime di rapa, hanno un sapore davvero unico, che ricorda vagamente quello dei broccoletti. Quando l’uovo è cotto e tutti gli ingredienti amalgamati, con l’aiuto di un cucchiaio si dispone tutto il ripieno sulla base delle punte della nostra stella di focaccia.

torta rustica senza lattosio

Dopo aver disposto la focaccia su della carta da forno, si portano le punte degli spicchi all’interno della stella, in modo da formare una corona, o ghirlanda. Ci si assicura che la pasta sia ben sistemata e si cuoce il tutto a 180° per 20 minuti.

corona panizia senza lattosio

Un’ottima variante più sobria e che incontri i gusti di tutti è con una zucchina tagliata a cubetti e leggermente soffritta in padella, accompagnata da una confezione di pancetta affumicata.

Indubbiamente senza formaggi, burro, latte…nessuna traccia di lattosio, ma moltissima acquolina in bocca!

torta rustica senza lattosio

la treccia di sfoglia senza lattosio

Fare da sé l’impasto della focaccia è abbastanza semplice, ma per la pasta sfoglia, mi affido ciecamente all’impasto della Buitoni nel formato rettangolare. (Una ricetta dolce con la soglia Buitoni rettangolare qui)

Per questa decoratissima torta rustica senza lattosio, basta dividere in tre parti la sfoglia, tenendo la parte centrale per la farcitura e praticando dei tagli nelle due parti laterali. Si devono creare delle frange di sfoglia alte circa un centimetro, tutte tranne la prima e l’ultima che saranno altre circa tre centimetri perché serviranno a sigillare la treccia.

torta rustica senza lattosio

Per la mia treccia io ho scelto un ripieno a base di un radicchio stufato in padella, cubetti di formaggella senza lattosio Cissva e, per la metà non vegetariana (i miei ospiti hanno spesso variegate abitudini alimentari!), tre fette di prosciutto cotto senza lattosio. Dopo aver adagiato la farcitura e tagliato con cura le frange, si può iniziare a portarle una alla volta verso il centro, unendo le estremità delle frange che si avvicinano.

torta rustica senza lattosio

La frangia iniziale e quella finale vanno piegate prima su se stesse, in modo da sigillare la treccia e poi a loro volta verso il centro.

treccia senza lattosio

Dopo aver controllato che tutte la parti combacino alla perfezione, si può mettere la treccia senza lattosio in forno e cuocerla a 180° per 20 minuti.

Io ho deciso di usare la formaggella senza lattosio, ma se si volesse si può sostituire con del formaggio grattugiato stagionato, oppure addirittura evitare di usare il formaggio e arricchire la farcitura con altri ingredienti a piacere. Quello che amo di più di queste torte rustiche non è solo il sapore strabiliante che mi fa dimenticare l’intolleranza al lattosio, ma il fatto che possono essere utili per riutilizzare tutti quegli ingredienti o avanzi che non sappiamo come salvare dal frigorifero!

torta rustica senza lattosio

1 comment on “Le torte rustiche senza lattosioAdd yours →

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *